Dove finisce il cellulare e comincia lo smartphone

Siamo talmente tanto abituati ad utilizzare  i termini cellulare e smartphone che se facessimo un po’ mente locale ci renderemmo conto che spesso li utilizziamo in maniera impropria.

Gli anni ’90-’00 e i primi giochi integrati

I cellulari fanno parte della nostra vita da diverso tempo: erano gli anni ’90 quando si iniziavano a vendere i primi modelli low cost di cellulare e anche i ragazzi giovani potevano iniziare a permetterseli. Le funzioni a disposizione erano basilari: chiamate, messaggi e segreteria telefonica agli inizi del decennio, foto, primi giochi e schermo a colori verso l’inizio del 2000.

E poi arrivava la mitica connessione a internet: ammirata e temuta per i costi altissimi di abbonamento o grande spauracchio dei giovani con la ricaricabile che esauriva l’intero credito dopo pochi minuti di connessione. Erano però i primi passi verso la coesistenza di smartphone e cellulari.

Il cellulare diventa smart

In generale, uno smartphone è un un dispositivo mobile che combina diverse funzioni: continuiamo a fare tutto quello che potevamo fare con il cellulare ma potremo navigare su internet, fruire di e produrre file multimediali, godere della funzionalità di applicazioni dedicate alle nostre attività.

Cellulari e smartphone sono parte della stessa linea evolutiva dei dispositivi mobile, che diventano smart arricchendosi di funzioni multimediali, di utilità, ludico-ricreative, di supporto alle attività off line.

Le funzionalità dello smartphone hanno prima surclassato i cellulari e pian piano, stannoPer intaccando anche tutte quelle attività che prima erano relative ai computer.

Quale sarà il prossimo passo di questa evoluzione?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *