Dormite male? Ecco perché succede!

Molta gente non considera il russare un problema serio. Russare rumorosamente, essere ogni giorno stanchi e privarsi di sonno possono essere segno che si soffre di apnea notturna. E’ un disturbo frequente che è caratterizzato da un’improvvisa interruzione di sonno nel corso del sonno. L’apnea ha effetto non solo sulla qualità del sonno. Incide anche sul vostro umore, sulla quantità di energia e sul vostro rapporto con il partner. Oltre a ciò può essere pericolosa anche per la vostra salute.

Cos’è l’apnea

L’apnea è un disturbo del sonno comune e molto serio che si verifica con improvvisa interruzione della respirazione. Se avete l’apnea, probabilmente non siete nemmeno consapevoli di queste brevi interruzioni di respirazione. Tuttavia tali interruzioni si verificano per centinaia di volte nel corso della notte. Tutto quello che sentite voi è la mancanza di energia, concentrazione e produttività durante il giorno.

Le interruzioni si verificano quando i muscoli nella parte posteriore della gola si rilassano. Tali muscoli sostengono l’ugola, il palato, la lingua e le tonsille. I muscoli rilassati in tale occasione restringono le vie respiratorie e riducono l’ingresso dell’ossigeno. Ciò ha per effetto anche la mancanza di ossigeno al cervello il che porta agli scatti durante la notte. Allora le vie respiratorie si aprono di nuovo.

Tipo di apnea

Esistono due tipi di apnea:

  1. Ostruttiva,
  2. Centrale

L’apnea ostruttiva è il tipo più comune di apnea. Provoca il blocco delle vie respiratorie il che causa rumoroso russare nel sonno. I sintomi dell’apnea ostruttiva, oltre al russare, sono anche il mal di testa, l’irrascibilità, la depressione e la sonnolenza nel corso del giorno. Incidono sulla sua comparsa il sovrappeso, l’età, l’alcol e il fumo.

L’apnea centrale è un fenomeno molto raro. Nella maggior parte dei casi le vie respiratorie sono aperte ma l’aria non arriva ai polmoni. In questo caso il cervello non segnala ai muscoli di inspirare l’aria. Ciò si verifica a causa della debolezza del sistema respiratorio. Le persone che soffrono di apnea centrale per lo più non russano e quindi questo problema spesso rimane inavvertito.

I sintomi dell’apnea centrale sono stanchezza cronica, oscillazioni di umore, concentrazione difficoltosa e notti insonni.

L’apnea centrale si può verificare se le persone soffrono già della sindrome di Parkinson, di malattie cardiache oppure se fanno uso di certi analgesici.

Quali sono le possibili conseguenze dell’apnea?

Se non viene trattata, l’apnea notturna può provocare numerosi problemi di salute:

  • Pressione alta del sangue,
  • Ictus,
  • Infarto,
  • Battito cardiaco irregolare,
  • Diabete,
  • Depressione,
  • Disturbo dell’attenzione,
  • Mal di testa

Come trattare l’apnea notturna?

Nella fase iniziale l’apnea si regola con certi cambiamenti nello stile di vita. Ciò significa perdere peso, evitare alcol e sigarette e coricarsi con regolarità.

Per evitare l’apnea si raccomanda di mangiare mandorle. Le mandorle favoriscono il sonno e contribuiscono al rilassamento dei muscoli. e ciò è fondamentale se è già stata diagnosticata l’apnea ostruttiva nel sonno.

Inoltre, l’aglio è la medicina naturale contro il russare. Le sue proprietà antinfiammatorie leniscono i disturbi causati dall’apnea. Due spicchi d’aglio facilitano la respirazione nel corso della notte e leniscono anche l’infiammazione alle tonsille e riducono la possibilità che si russi.

Con l’operazione vengono ricostruite le vie respiratorie superiori, cioè viene effettuato l’allargamento delle vie respiratorie e la rimozione della causa del russare. Ma l’operazione si prende in considerazione come ultima opzione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *