Buone notizie: tendenze nell’energy storage dell’11 settembre 2018

A volte è importante per gli investitori dare un’occhiata da vicino ai settori “fuori dalle notizie” dell’economia per ottenere un vantaggio sulle tendenze che andranno a beneficio di una varietà di industrie e aziende. L’energia alternativa è stata a malapena una storia di piombo per alcuni anni, eppure, come con così tante cose nella nostra moderna economia diversa, si è fatto molto da fare per le loro implicazioni a lungo termine.

Negli ultimi tre mesi, le installazioni residenziali di accumulatori di batterie elettriche hanno superato tutto ciò che è stato fatto nel 2017. L’installazione delle batterie domestiche negli Stati Uniti ha raggiunto i 57,5 ​​megawatt nell’ultimo trimestre. In tutto il 2017 sono stati 40 megawattora. Forse più significativamente ha sorpassato, per la prima volta, tutta la capacità aggiunta dalle utility elettriche su larga scala nello stesso periodo di tempo.

Negli ultimi vent’anni, le statistiche sull’energia alternativa hanno registrato alcune grandi rotazioni di anno in anno, ma nella maggior parte dei casi sono state determinate da significativi movimenti del prezzo del petrolio o dall’introduzione / cessazione di incentivi fiscali su larga scala. Ci sono ancora alcune influenze esterne sul lavoro, come il requisito obbligatorio di installazione solare per le nuove abitazioni in California e un aumento dei tempi di utilizzo delle utenze, ma la tendenza sta diventando sempre più un cambiamento permanente nel comportamento dei consumatori e domanda. In Europa, in particolare in Germania, un altro problema è il cambiamento di politica che limita il requisito che le utility riacquistano energia solare in eccesso dai consumatori residenziali. Le utility, in tutto il mondo, hanno respinto questo requisito per anni. Il risultato è stato uno dei principali incentivi per i consumatori a conservare la propria eccedenza di energia per utilizzarli successivamente.

L’aumento della capacità produttiva delle batterie di alimentazione per autoveicoli ha ridotto il prezzo dei sistemi di stoccaggio domestico di circa il 35% negli ultimi due anni. Si prevede che il calo dei prezzi continuerà ad un tasso dell’8% annuo per i prossimi tre o quattro anni. Inoltre, il costo dei pannelli solari è diminuito costantemente e si prevede che continui a ridursi a circa il 5% all’anno attraverso il 2022. A causa di tutti questi fattori, sembra che il mercato degli accumulatori domestici abbia raggiunto un punto critico. Secondo alcuni booster, sperimenterà un tasso di crescita quasi geometrico nei prossimi cinque anni. Che lo faccia o no, la tendenza è inequivocabilmente forte e al rialzo.

Tuttavia, se la tendenza proviene solo dal tre percento delle case degli Stati Uniti, ad esempio il cinque percento nei prossimi quattro anni, significa veramente qualcosa? Può essere ancora piccolo su base percentuale, ma rappresenta qualche milione di case. Questo è un mercato readymade in crescita e importante per i veicoli elettrici. È anche significativo dal momento che questi tipi di famiglie possono essere predisposti all’acquisto di auto elettriche. Molto è stato fatto del massiccio investimento richiesto per le infrastrutture nelle stazioni di ricarica elettrica come un passo necessario verso l’adozione diffusa delle automobili elettriche. Questo sarà comunque richiesto ma è mitigato da questa tendenza.

David Stanic, direttore della ricerca, Asia Associates

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *